Seguici su


   

                         


Partecipa con la tua classe!




| Stampa |  E-mail
OCSE: raccomandazioni in tema di educazione finanziaria

Da molti anni lʼOCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) è fortemente impegnata sul fronte dellʼeducazione finanziaria attraverso specifiche indagini dedicate ai giovani (PISA); la creazione dellʼInternational Network on Financial Education (INFE); la progettazione di programmi di formazione (rivolti in particolare ai giovani e alle donne); la valutazione delle strategie nazionali dei singoli Paesi in materia.


Con le Recommendation of the Council on Financial Literacy, pubblicate nel 2021, l’OCSE fornisce uno strumento di indirizzo unico e aggiornato che raccoglie le precedenti raccomandazioni sia sui principi e le buone pratiche per l’educazione finanziaria sia su credito, pensioni e assicurazioni. Il documento individua 3 aree chiavi, quali le Strategie nazionali per l'alfabetizzazione finanziaria; l’Alfabetizzazione finanziaria e i vari settori del panorama finanziario; la Realizzazione efficace di programmi di alfabetizzazione finanziaria, per ognuna delle quali offre linee d’indirizzo rispetto ai target e alle buone pratiche da applicare.


I Paesi europei hanno già intrapreso un percorso più sistematico e razionalizzato su questa tematica considerata cruciale per la crescita di una cittadinanza più alfabetizzata e consapevole in ambito finanziario. Molti di essi hanno sviluppato e attuato una Strategia nazionale, fra cui l’Italia che nel 2017 ha istituito il Comitato Nazionale per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria. Il Comitato ha lo scopo di promuovere e coordinare iniziative utili a innalzare tra la popolazione la conoscenza e le competenze finanziarie, assicurative e previdenziali e migliorare per tutti la capacità di fare scelte coerenti con i propri obiettivi e le proprie condizioni. Fra queste, la designazione di ottobre come Mese dell’educazione finanziaria che dal 2018 vede una moltiplicazione di eventi educativi e una forte partecipazione di scuole, giovani e adulti.


Come dimostrano i test OCSE/PISA, che dal 2012 contemplano anche un framework di financial literacy destinato a rilevare dati comparativi sulle competenze finanziarie di studenti 15enni, il livello raggiunto dagli studenti italiani, anche se in miglioramento, è ancora inferiore alla media OCSE. Analoga insufficienza di competenze, d’altronde, si registra nel nostro Paese anche fra la popolazione adulta, confermata dall’ultima indagine OCSE (OECD/INFE 2020 International Survey of Adult Financial Literacy).


Le conoscenze e le competenze da costruire riguardano, secondo le linee guida dell’OCSE, la comprensione del concetto di moneta, denaro, prezzi e dell’utilizzo consapevole del denaro, la conoscenza del consumo presente e futuro, la capacità di gestire un budget correttamente, la prevenzione dell’indebitamento, la comprensione e la capacità di scegliere gli strumenti assicurativi, la conoscenza e capacità di utilizzo degli strumenti previdenziali, fondamentali per gestire correttamente le proprie risorse nell’arco della vita.


In linea con le raccomandazioni OCSE e con la Strategia nazionale, l’iniziativa Io&irischi del Forum ANIA – Consumatori attraverso il programma di educazione assicurativa Io&irischi teens accompagna gli studenti delle scuole superiori alla comprensione dei “fondamentali” assicurativi, quali i rischi puri e rischi speculativi, la legge dei grandi numeri, il calcolo del premio, l’indennizzo e la franchigia, oltre alle forme di previdenza complementare offerte dal comparto assicurativo. Il progetto partecipa ogni anno al Mese dell’educazione finanziaria con numerosi eventi educativi che registrano un’elevata partecipazione di studenti.


Clicca qui per scaricare: Raccomandazioni per l'educazione finanziaria_OCSE_2021 (versione italiana in formato pdf).


Clicca qui per scaricare: OECD-INFE-2020-international-survey-of-adult-financial-literacy_2021 (in formato pdf).

 

Io&irischi è un'iniziativa di educazione assicurativa realizzata dal Forum ANIA - Consumatori.
Privacy Policy