Seguici su


   
                    COMUNICATO STAMPA*** ASSICURATORI E CONSUMATORI INSIEME PER MIGLIORARE LA CULTURA ASSICURATIVA NEL PAESE    

Partecipa con la tua classe!




| Stampa |  E-mail
I risultati dei test PISA 2012 sull’alfabetizzazione finanziaria

Sono stati pubblicati a settembre 2014 i risultati degli studenti alle prove di alfabetizzazione finanziaria introdotte per la prima volta dal Programma di valutazione internazionale degli studenti (PISA, Programme for International Student Assessment) nel 2012.

 

ocse pisa

L’indagine ha coinvolto quasi 9 milioni di quindicenni delle scuole dei 18 Paesi che hanno partecipato all’indagine (Cina, Belgio, Estonia, Australia, Nuova Zelanda, Repubblica Ceca, Polonia, Lettonia, Statu Uniti, Federazione Russa, Francia, Slovenia, Spagna, Croazia, Israele, Repubblica Slovacca, Italia e Colombia). Di questi, l'italia ha partecipato con oltre 7.000 studenti di più di 1.150 scuole. Si tratta della prima indagine PISA sull’alfabetizzazione finanziaria: lo scopo è quello di valutare in quale misura gli studenti quindicenni hanno acquisito il bagaglio di conoscenze e di competenze finanziarie necessario per la transizione dalla scuola all’istruzione superiore, al mondo del lavoro o dell’imprenditoria.

 

Gli studenti italiani ottengono risultati scarsi, inferiori alla media dei Paesi ed economie dell’OCSE di oltre 30 punti: infatti, più del 20% non riesce a raggiungere le competenze di alfabetizzazione finanziaria di base (rispetto al 15% della dei Paesi OCSE), mentre solo il 2% raggiunge il livello più alto nella scala PISA (rispetto a una media dei Paesi OCSE di quasi il 10%). I risultati sono inferiori alla media anche per quanto riguarda l’esperienza in materia di prodotti e servizi finanziari: il 44% dei 15enni italiani intervistati è titolare di un conto corrente, contro il 54% dei Paesi OCSE.

 

In Italia, l’alfabetizzazione finanziaria è correlata positivamente con i risultati ottenuti in matematica e lettura: circa il 62% del punteggio riflette infatti le competenze misurate nelle valutazioni di matematica e/o lettura. Nel complesso, gli studenti italiani ottengono risultati peggiori in alfabetizzazione finanziaria di quanto ci si potrebbe aspettare in base ai loro risultati in matematica e lettura.

 

Inoltre, il quadro italiano si presenta riccamente variegato: la differenza tra le regioni che hanno ottenuto i risultati migliori (Friuli Venezia Giulia e Veneto) e quelle che hanno ottenuto i risultati peggiori è di ben 86 punti, che corrisponde a 1 livello di competenze (sui 5 previsti) nella scala PISA.

 

Va infine sottolineato che il nostro Paese è l’unico in cui emergono differenze significative nel punteggio medio fra maschi e femmine, particolarmente marcate in alcune regioni, quali le Marche, il Molise e la Puglia.

 

Clicca qui per scaricare i risultati di PISA 2012 sull’educazione finanziaria

Clicca qui per scaricare il riepilogo dei risultati degli studenti italiani

 

 

Io&irischi è un'iniziativa di educazione assicurativa realizzata dal Forum ANIA - Consumatori.
Privacy Policy